Quando sei veramente innamorato, non devi mai metterlo in discussione: Michael Faudet parla di amore, poesia e del suo rapporto con Lang Leav

Quando sei veramente innamorato, non devi mai metterlo in discussione: Michael Faudet parla di amore, poesia e del suo rapporto con Lang Leav

Facebook.com/michaelfaudetauthor


Le generazioni scorrono, cadono e svaniscono alla vista e ogni tanto senti la lingua di una persona filtrare nelle profondità del tuo essere e accarezzarti in un modo in cui non sei mai stato toccato.

Ogni volta in una generazione, trovi persone come Michael Faudet, un enigma, uno stregone della magia, una persona che spinge il proprio genio oltre il limite e risorge ogni singola volta.

Faudet, che è il partner nel crimine del poeta di fama mondiale Lang Leav e autore di volumi bestseller 'Cose graziose sporche' e 'Amore dolce e amaro”È salito alla ribalta negli ultimi anni, riempiendo Internet di poesie soul e citazioni che recitano gli inni di una giovane generazione infiammata dall'amore e dalla passione.

In una strana e gioiosa svolta degli eventi, sono riuscito a raggiungerlo per parlare di ciò che ci rende audaci, belli e brillanti.


Cominciamo dall'inizio. Dove sei cresciuto e come ha influenzato il modo in cui ti senti e ti esprimi, oggi?

Sono nato nel Regno Unito ma mi sono trasferito in Australia quando avevo tredici anni. Ho mantenuto l'accento britannico ma ho perso ogni reale voglia di tornare. È difficile resistere al sole, alle spiagge di sabbia dorata e ai gelati a prezzi ragionevoli. Penso di aver imparato molte cose positive vivendo in un ambiente così spensierato, l'unico aspetto negativo è stata la paura acquisita di ragni giganti e serpenti velenosi.

L'Australia è stata un trampolino di lancio per intraprendere una carriera nella pubblicità, che si è conclusa in diversi anni lavorando come direttore creativo e gestendo i dipartimenti creativi. Sviluppare idee e creare molte campagne per clienti internazionali, non solo ha aiutato ad affinare le mie capacità di scrittura, ma mi ha anche permesso di lavorare in molte città e visitare altri paesi. Il lavoro mi ha anche fornito l'opportunità di incontrare e collaborare con alcune persone di incredibile talento provenienti da ogni angolo del mondo. Uno dei più grandi insegnamenti che ho imparato dall'essere circondato da un gruppo di personaggi così eterogeneo ed eclettico è che dovresti essere sempre aperto alle possibilità.


Da qualche parte tra le ridicolmente lunghe ore trascorse negli uffici e le infinite presentazioni nelle sale del consiglio, sono riuscito a vivere una vita. Tuttavia, era una vita vissuta a metà, quindi ho deciso di allontanarmi dalla mia zona di comfort e ricominciare. Per concentrarmi sulla mia creatività e avere più tempo per non fare nulla. Trasferirmi in una casetta vicino al mare in Nuova Zelanda mi ha dato la libertà di riflettere sugli alti e sui minimi devastanti che fanno tutti parte della crescita. L'ispirazione dietro molti dei pezzi che scrivo ora. Soprattutto, i ragni sono diventati più piccoli e non ci sono serpenti velenosi.

Quando hai capito che avresti voluto diventare uno scrittore e come hai iniziato, visto quanto è difficile per qualcuno emergente?

Da bambino prendevo spesso in mano una matita e scrivevo piccole storie. Detto questo, l'idea di diventare uno scrittore non mi è mai venuta in mente ed ero molto più ossessionato dal Dr. Who. Ovviamente ogni accenno di viaggio nello spazio veniva messo a tacere dalla prospettiva di imbattersi in un Dalek. Al liceo, diventare un biologo marino sembrava un buon tipo di risposta da dare agli adulti curiosi. Un documentario sugli squali ha ucciso quell'idea. Come ho già detto, alla fine sono finito in pubblicità che ha iniziato il mio viaggio di scrivere parole per pagare le bollette. Il passaggio alla scrittura di libri è stato difficile dal punto di vista dell'impegno più che dalla scrittura vera e propria. Penso che tutti abbiamo dei sogni, la vera lotta è decidere di inseguirli. Credere in noi stessi e superare la paura del rifiuto e del fallimento.


Pensi che l'amore sia una costante o come esseri umani possiamo innamorarci e disamorarci?

Penso che il bisogno umano fondamentale di amare ed essere amato sia una costante. Oltre a questo, non possiamo mai dare per scontato l'amore.

Come vi siete incontrati Lang Leav e come è cambiato il modo in cui vivi e ti senti?

Ho comprato un dipinto da Lang. Viveva a Sydney e io mi ero appena stabilito ad Auckland. Quella che è iniziata come una transazione casuale su Internet ha portato a un anno di scambio di e-mail e conversazioni a tarda notte su Skype. Ogni domenica, infatti, ci scrivevamo qualcosa l'uno per l'altro, una poesia o un brano di prosa. L'abbiamo chiamato le nostre 'storie della domenica'. È stato il nostro amore per le parole che ci ha finalmente riuniti in un unico paese. Lang è volato in Nuova Zelanda per una breve visita e non se n'è mai andato. Ricordo ancora la prima volta che le ho tenuto la mano. Mi è sembrato immediatamente familiare, come se l'avessi conosciuta ben oltre questa vita.

Una volta ho scritto: 'Quando sei innamorato, veramente innamorato, non devi mai metterlo in dubbio'. Questo è quello che provo per Lang.- Michael Faudet

Penso che la nostra partnership ci abbia cambiato entrambi in meglio. Personalmente e professionalmente. Lang e io spesso condividiamo idee e discutiamo sempre di pezzi che abbiamo scritto. Rispettiamo anche la reciproca libertà creativa. Insieme siamo più forti. Tra di noi, ora abbiamo sei libri pubblicati e il romanzo d'esordio di Lang, Sad Girls, uscirà in tutto il mondo a maggio di quest'anno.


Quando non scriviamo libri o viaggiamo, viviamo una vita semplice. Portare il nostro cane a fare una passeggiata nel parco, guardare film a tarda notte, mangiare il gelato e adoriamo fare gli gnocchi. Lang è il mio migliore amico, amante e anima gemella.

come riconoscere un cazzo di ragazzo

Raccontaci di quanto sei giovane poeti e scrittori dovrebbero commercializzarsi in questo giorno ed età?

Personalmente, ritengo che l'aspetto più importante della scrittura sia divertirsi a mettere le parole sulla carta. Credi in te stesso e smetti di preoccuparti di ciò che potrebbero pensare gli altri. A volte la critica più dura è quella voce assillante dentro le nostre teste. Il trucco sta nell'imparare quando ascoltare e quando ignorarlo. Per quanto riguarda il marketing, i social media possono aiutare, ma non è un viaggio magico verso il successo. Certo, può portare il tuo lavoro là fuori, ma le stesse regole si applicano alla scrittura così come a qualsiasi contenuto pubblicato online. Se alle persone piace, lo condivideranno e più lo faranno, più diventerà virale. Quindi il mio consiglio a un giovane scrittore o poeta non è molto profondo. Concentrati solo sulle parole e non smettere di scrivere.

.

Cosa significa per te la poesia? Credi che l'arte sia uno stile di vita, come una religione che rimane inespressa?

La poesia è solo un'espressione del mio lavoro. Mi piace anche scrivere prosa e piccoli racconti. Tendo a concentrarmi maggiormente sull'idea e poi decido il modo migliore per esprimerla. Trovo che in alcuni casi la brevità delle parole possa dire molto di più. Altre volte, le parole continuano a scorrere. Non ho mai lasciato che le regole o la tradizione dettassero il modo in cui scrivo. Per me, l'enfasi sta nel catturare un'emozione e tradurla in parole. Mi piace prendere temi complessi, come l'amore e la perdita per esempio, ed esprimerli in un modo che colpisce il lettore.

La poesia è una lingua così bella, indipendentemente dallo stile, dal ritmo o dal formato. -Michael Faudet

Credo che l'arte sia parte integrante della vita. Non potrei immaginare un mondo senza di essa. Pablo Picasso ha detto: 'Lo scopo dell'arte è lavare la polvere della vita quotidiana dalle nostre anime'. Quando interagiamo con l'arte, in qualsiasi forma, forma o mezzo, evoca un'emozione e spesso fornisce una nuova prospettiva. Può anche sfidarci, il che è positivo. L'arte non solo funge da testimonianza dell'umanità, ma a volte predice anche il futuro. Il libro, 1984 di George Orwell, è forse più rilevante ora rispetto al periodo in cui è stato scritto.

In un mondo che sta diventando più crudele di giorno in giorno, credi che l'amore possa essere sufficiente per salvarci?

Quando nella storia il mondo non è stato crudele? Non sono convinto che stia peggiorando. Sento che viviamo in un'era di tecnologia che rende più facile essere esposti a ingiustizie sociali, crimini orribili, crudeltà e odio. Il rovescio della medaglia, Internet ha dimostrato di essere uno strumento meraviglioso per unire il mondo per sempre e dimostrare che come 'terrestri' abbiamo più in comune di ciò che ci divide. Non c'è dubbio che il male esista, ma non dovremmo mai dimenticare che prospera all'interno della minoranza. La maggior parte degli esseri umani sono persone rispettabili e premurose che vogliono solo vivere la propria vita in pace.

Penso che la gentilezza piuttosto che l'amore di per sé sia ​​un'emozione molto più immediata che può fare davvero la differenza per qualsiasi società.Sii la voce della tolleranza e dell'accettazione. Concentra le tue energie sul positivo e non sottovalutare mai il potere della speranza. Ognuno di noi ha una scelta personale su come condurre la propria vita e comunicare con gli altri.

Una volta ho scritto: “L'odio è un'emozione autodistruttiva. È il modo in cui un'anima si suicida. ' -Michael Faudet

Perché pensi che questa generazione soffra di una depressione così grande e come possiamo crescere attraverso di essa?

La depressione si manifesta in diversi gradi. Dalla depressione diagnosticata clinicamente alle preoccupazioni fastidiose che tutti sperimentiamo nella vita quotidiana. Spesso le aspettative che ci poniamo sono irrealistiche e di conseguenza rimaniamo delusi quando non raggiungiamo i nostri nobili obiettivi. Il modo in cui gestiamo il rifiuto è un altro aspetto che può compromettere ed erodere la nostra felicità.Non ci sono risposte facili su come chiunque può superare completamente la depressione.La ricerca di una consulenza professionale è un'opzione che non dovrebbe essere ignorata. Per me personalmente, cerco di rimanere concentrato su ciò che sta funzionando nella mia vita piuttosto che essere consumato da ansia, battute d'arresto e insicurezza. Più facile a dirsi che a farsi, potrei aggiungere.

Che ruolo ha giocato il dolore nel renderti quello che sei oggi?

Una volta ho passato tre mesi in gesso con una gamba rotta. Non è stato molto divertente. Tuttavia, mi ha insegnato una lezione per tutta la vita. Non stare mai dietro un cavallo arrabbiato.Il crepacuore è stato un altro meraviglioso insegnante.Più difficile da evitare di un cavallo e molto più doloroso di un osso frantumato.

stai invecchiando con la faccia da coniglio

Forse la lezione più importante che ho imparato da un cuore spezzato è che non è la fine dell'amore. Solo la fine di una relazione. Ovviamente attraversare una rottura è orribile e ci vuole davvero molto tempo per guarire e andare avanti. Qualsiasi forma di avversità ha il potenziale per plasmare chi siamo e cosa diventeremo. Per me è diventata una fonte di ispirazione. Non solo nel contesto della scrittura, ma mi ha anche aiutato a diventare più forte come persona. -Michael Faudet

Quali consigli tecnici hai per gli scrittori emergenti sulla promozione di se stessi sui social media?

Il mio più grande suggerimento, qualcosa che ho toccato nella domanda cinque, èconcentrarsi di più sulla scrittura che diventare ossessionati dal marketing.

Quando ho scritto il mio primo libro,Cose graziose sporche,la mia preoccupazione principale era il manoscritto. Ecco perché non mi sono affrettato. In fondo alla mia mente, non ho mai dimenticato che i miei lettori erano le persone che alla fine potevano determinare il successo o meno del libro.I social media aiutano sicuramente a diffondere il messaggio ma, come ho detto prima, non sono una vera garanzia di nulla.Anche costruire un pubblico per la tua scrittura richiede tempo, molto tempo.Penso di aver passato più di un anno a pubblicare pezzi di scrittura su Tumblr prima ancora di pensare di pubblicare un libro. Ho quindi creato una pagina Facebook dedicata. Ad essere onesti, non sono entrato seriamente su Twitter o Instagram fino a dopo il rilascio di Dirty Pretty Things.

Mi considero molto fortunato. Dirty Pretty Things ha attirato l'interesse dell'agenzia letteraria di New York, Writer’s House. Sono stato subito firmato da loro. Il mio meraviglioso agente, il leggendario Al Zuckermann, ha lavorato moltissimo ed è riuscito a farmi un contratto per due libri con l'editore statunitense, Andrews McMeel. Grazie al nostro lavoro di squadra combinato,Cose graziose sporcheeAmore dolce e amaroora sono nelle librerie di tutto il mondo ed entrambi hanno raggiunto la vetta delle classifiche internazionali dei best seller. Detto questo, non mi compiaccio mai. (Un altro suggerimento.) Continuo a scrivere in ogni occasione. Nel 2017 spero di pubblicare un nuovo libro di poesie e prosa e sto anche lavorando a un progetto divertente con Wattpad. Una favola moderna e oscura con sfumature gotiche chiamata Zana. Quando la storia è completa, il mio piano è di pubblicarla come una novella.

Immagino che quello che sto cercando di sottolineare a qualsiasi scrittore emergente sia riassunto al meglio da Lang Leav. Ha scritto: “Ricorda, le tue parole sono il tuo potere. Non dimenticare mai le tue parole. '

Cosa diresti ai tuoi lettori sulla felicità, la verità e la vita in generale?

Non prenderti mai troppo sul serio. La vita è troppo breve per questo tipo di sciocchezze.